venerdì 25 luglio 2008

S'i fosse casa

Simpatico paragone tra sistemi e case.

Se Windows fosse una casa? Sarebbe un palazzo governativo costruito in economia e velocemente, e proprio per questo costerebbe di manutenzione molto più del costo iniziale.

Se Linux fosse una casa? Sarebbe la casa da sogno per designer e carpentieri, dove tutto può essere spostato con facilità per incontrare il gusto e le esigenze di chi ci vive dentro. Senza contare i minuziosi controlli effettuati da migliaia di carpentieri, tra i migliori al mondo. Roba da rendere i vicini invidiosi: «Ma dove lo hai comprato?». Solo che quando gli dici che l'hai fatto tu, ti lanciano occhiate di sdegno perché «sei uno di quelli».

Se Mac fosse una casa? Avrebbe un pavimento lustro abbastanza da riflettere tutti gli oggetti della casa. Tutte le luci sono al posto giusto, esattamente come vuole il padrone di casa, per cui non toccate nulla.

Geniale.

Buona casa a tutti.

9 commenti:

Andry (ormai hai capito che sò io) ha detto...

Visto che parli tanto di quanto Apple è "cattiva", mi fai un bel'articolo anche sulle versioni di Msn che la Microsoft riserva alla Apple? :)

Andrew NoApple ha detto...

Personalmente ho smesso di usare MSN da parecchio ormai. E ancora prima avevo smesso di utilizzare il client di Microsoft, sia su Apple che su Windows. Che diavolo di senso ha sorbirsi le loro pubblicità e i loro crash quando possiamo utilizzare validissime alternative? Le inutili faccine animate valgono veramente la candela?

Consiglio personale: smettete di usare MSN e passate a Jabber (anche GTalk è Jabber). Per MacOSX consiglio Adium. Che tra l'altro funziona anche con MSN. Ma MSN lo lasciamo stare, ok?

Zak ha detto...

In realtà, se Apple fosse una casa, sarebbe una casa di design. Un po' piu' costosa, in apparenza, ma bella e funzionale.
Questo intimidirebbe molti che penserebbero di non poter modificare nulla (in effetti il progettista - non il padrone - si indisporrebbe se qualcuno cambiasse qualcosa, ma non c'entra nulla), mentre molti altri anche se non intimiditi semplicemente non ne sentirebbero il bisogno.

:)

JackInStoon ha detto...

Tu sei pazzo prima fai no-apple poi consigli roba per apple! Bravissimo! Complimenti! Se windows fosse una casa il padrone dovrebbe riavviarla 2 anzi 3 volte perchè alla 2 crasherebbe tutto. E poi quando muovi un oggetto ne sparisce un altro.. Poi i gradi arrivano a 100 e bum!!!
Screen of death!
W MAC!

Andry (L'Unico Ed Inimitabile) ha detto...

Andrew, mò vojo vedè come risponni a JackInStoon, sempre che tu abbia il coraggio come qualche mese fa con Fabio che non hai più risposto... :)

Andrew NoApple ha detto...

La risposta, signori miei, è semplice: io sono un utente Apple, questa è una cosa che ho ribadito più volte. E molto probabilmente utilizzo Mac da molto prima di voi (per farvi un'idea, ora ci sono gli Intel, prima c'erano i PowerPC, e prima ancora c'erano i 680x0).

È come quando un cittadino italiano critica le cose che non vanno nel Bel Paese (e di questi tempi c'è parecchio di cui parlare). Se a farlo fosse un cittadino inglese non sarebbe la stessa cosa. D'altronde se non giochi al gioco...

(Lo stesso motivo per cui penso che la maggior parte dei commentatori di sport alla radio e alla tivvù siano degli assoluti incompetenti).

Rispondo anche a Zak, autore di spassosissime strisce: fornire un sistema bellissimo e funzionale non è una buona ragione per legare le mani all'utente.

Zak ha detto...

Forse qui dentro sono l'unico a usare Apple da prima di te, allora :D

Apple comunque non lega le mani all'utente, non piu' di quanto una strada le leghi all'automobilista.
E' chiaro che mi pone dei vincoli, ma quei vincoli sono un mezzo per ottenere piu' velocemente e meglio il mio scopo (nel caso della macchina: andare da A a B). Se quei vincoli sono per me inaccettabili scelgo un'altra strada: non tutte portano infatti a Roma, nonostante il detto.
In sostanza, il Mac mi porta dove voglio andare, quindi il fatto che non mi porti altrove non e' un problema, anzi. Non riesco neanche a confutare questa tesi perche' non mi sono mai posto il problema.

Forse con l'iPhone e' piu' evidente: non l'ho preso perche' con le tariffe italiane, specie per i dati, e' inutilizzabile (un grosso errore di Apple e il non capire il mercato italiano... guarda dove hanno fatto il primo Apple Store dell'Europa continentale). Pero'... MMS non li ho mai mandati (poi ho l'email... perche' dovrei mandare un MMS?). Videochiamate non mi interessano (e non sono il solo)... quindi il fatto che un altro telefono faccia queste cose per me non significa nulla; potrebbe anche fare il caffe', ma visto che non lo bevo...
In compenso pero' ho una facilita' di utilizzo senza pari (e fidati che e' cosi'). Ho quindi un dilemma: la possibilita' di fare cose che non mi servono o quella di fare quelle che mi servono in modo facile e, shhh, addirittura piacevole?

Io ho scelto la seconda.

Andrew NoApple ha detto...

Carissimo Zak, se lo scopo è andare da Andria a Bologna probabilmente l'autostrada è la via migliore. Ma se già ad un certo punto volessi deviare per fare un giro a San Giovanni Rotondo (per la chiesa di Piano, non per S. Pio) e la mia macchina me lo impedisse (Non puoi uscire dall'autostrada, hai detto che volevi andare a Bologna e ora ci vai) allora la cosa assume un altro aspetto.

Faccio un esempio. Faccio un larghissimo uso di SandBox, sistemi operativi disparati su cui fare esperimenti e prove. Trovo che a tal uopo la virtualizzazione sia una manna dal cielo. Mi piacerebbe utilizzarla anche per avere una sandbox di MacOSX. Non dico di installarlo su una macchina non Apple: a me basterebbe poterlo usare virtualizzato all'interno di un altro sistema MacOSX (quello mio personale che non voglio guastare con gli esperimenti). Questo però è espressamente vietato da Apple. Non perché significhi rendere più difficile la vita a qualcuno (se tu non ne hai bisogno basta che non la usi) anzi: a me la vita la semplificherebbe. È un divieto puramente politico che impedisce a VMware, Sun e via dicendo di sviluppare il supporto a macchine guest MacOSX per i loro software di virtualizzazione.

Oh che bello. Mi è praticamente venuto fuori un post. Roba da benedire il copia e incolla. Sono proprio bravo!

Andry (basta parentesi) ha detto...

'Mazza, forse sarò io che sò inesperto, ma di solito ho più limiti usando Windows che Apple...

P.S. Purtroppo a scuola mia hanno solo Windows...