lunedì 27 ottobre 2008

Poche vendite, tanti incassi

Come è possibile che un'azienda che non arriva neppure al 5% del mercato abbia una capitalizzazione superiore a tutti gli altri produttori di computer e una liquidità simile a quella di Microsoft?

Le risposte sono due.

La prima è l'indotto. Apple continua ad incassare grazie alle canzoni vendute sul suo store (che non sarebbe assolutamente così famoso se non fosse per l'iPod) e sui contratti telefonici del suo iPhone. Tutti soldi che ovviamente non crescono sugli alberi di mele, ma che vendono comunque e sempre dalle tasche dei clienti.

La seconda risposta è il rincaro. Apple è il produttore che rincara più di tutti i prezzi di vendita dei suoi prodotti rispetto ai costi sostenuti per costruirli. Si era detto che la nuova monoscocca in alluminio avrebbe portato un abbassamento dei prezzi, cosa che non c'è stata. Nonostante questa ammirevole ingegnerizzazione comporti un risparmio nei costi di produzione.

Inoltre non pensiate che i nuovi chipset NVidia siano più costosi di quelli Intel. Il chipset 9400 di Nvidia e l'intel G45 sono proposti pressappoco allo stesso prezzo (Apple tra l'altro è rimasta per un po' indietro non utilizzando il G45, ma solo il vecchio G31). Senza contare della scomparsa della porta FireWire, non una scelta tecnica ma una mera questione di risparmio che non si è tradotta sul prezzo finale.

Ovviamente è pacifico che se un'azienda fa un prodotto valido, e i computer Apple lo sono, debba guadagnarci tanto. È altrettanto pacifico che l'utente non va preso per il culo facendogli credere cose non vere. Basterebbe dirgli: siccome che siamo molto bravi e pensiamo che tutti gli altri fanno schifo allora abbiamo deciso di farvi pagare di più.

Quando vedete Steve Jobs che ipnotizza giornalisti, analisti e fancazzisti con strabilianti risultati fiscali non gioitene troppo. Quei soldi glieli avete dati voi.

Buona spesa a tutti.

PS
Forse non centra niente ma voglio ricordarvi che Piper Jaffray è un venduto che spara cazzate. Non lo state a sentire.

6 commenti:

MacRaiser ha detto...

Integrerei con queste ragioni ulteriori:
a) Quasi zero ricerca e sviluppo. Da tre anni a questa parte, le innovazioni di Apple sono state: 1) un cellulare e un iPod col touchscreen 2) un computer portatile ultrafino.
b) Quasi zero acquisizioni. Jobs ha comperato un paio di azienducole, in questi due anni. Dice cha Apple potrebbe comprare questo e quello, ma in realta' sta fermo piu' di un baccala'
c) Zero dividendi agli azionisti. In pratica Jobs, tiene i soldi in banca, non ci fa nulla, ma in compenso si rifiuta di dividere i pantagruelici guadagni di Apple con i poveri "mortali" azionisti, che nel frattempono continuano a prendere calci nei denti a Wall Street, essendosi in un anno piu' che dimezzato il valore delle azioni.
Comunque specifico che, pur non arrivando a coprire il 5% (ma dubito che a livello mondiale arrivi al 4, in realta') del mercato dei sistemi operativi, Apple copre il 50% di quello dei lettori MP3. E che lo scorso anno, il fatturato dei soli iPod e iTMS ha eguagliato quello di TUTTO il resto: cioe' hardware e software Mac messi assieme. Ciao.

iMaccanici ha detto...

Apprezzo molto più questo blog che quelli che si spacciano per imparziali, nascondendosi dietro a testate che promettono argomentazioni su tecnologie ICT, mentre poi scrivono solo articoli pro Windows o contro Apple.

Comunque passate a Mac, e la sera dormirete con il sorriso sulle labbra.

PS: Macraiser, ma tu non frequentavi la stanza Tevac in AIM?

MacRaiser ha detto...

Non la frequentAVO, la frequento. Per il resto, non posso passare ai Mac, dato che li uso da una ventina d'anni. Quanto ai sorrisi degli utenti Mac, ce ne sono svariati che attualmente non sorridono affatto. Ad esempio gli acquirenti del nuovo MacBook che possiedono periferiche FireWire. Anzi, sono incazzati assai.

lucien ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lucien ha detto...

Dovresti guardare i bilanci della Apple prima di dire zero R&S.
Nella Silicon Valley si dice che se vai in un qualsiasi bar a chiedere dove sono i laboratori DELL ti indirizzano verso quelli della Apple.

I prodotti Apple funzionano meglio, sono più sicuri, veloci, inoltre sanno renderli più gradevoli all'occhio e confezionare meglio, mentre da qualche anno a questa parte la MS sta facendo esattamente il contrario, spendendo esattamente 10 VOLTE di più, questo dettaglio contribuisce moltissimo sui bilanci di un'azienda.

MacRaiser ha detto...

Non avevo letto quest'ultimo spot pubblicitario di Lucien.
Caro Lucien, piu' che recitare stanchi slogan da pubblicita' candeggianeuroni, dovresti citare FATTI. Dalla svolta Intel 3 anni fa, ormai) quali sarebbero i prodotti innovativi di Apple? Un telefono touchscreen e un "nettop"? Ma per favore. Per l'azienda che ha "inventato" il computer come lo concepiamo oggi, e' semplicemente PATETICO.

Che poi i prodotti Apple siano piu' veloci e sicuri degli altri, sono semplicemente balle. Te l'ho gia' detto e te lo ripeto: l'hardware e' IDENTICO a quello dei PC. O non avrai mica letto in qualche pubblicita del tuo amato Steve che un HD SATA montato su un MacPro gira a 10mila rpm invece che ai canonici 7200?

Sul fatto che sono confezionati meglio e sono piu' gradevoli all'occhio sono pienamente d'accordo con te (anche se ultimamente stanno perdendo parecchi punti, basta considerare il nettissimo peggioramento, nel design concept, dai PowerMac Quicksilver agli attuali MacPro, o dagli iMac G4 agli attuali iMac Alu). E, certo, hai ragione: il costo della consulenza dei designer effettivamente e' possibile schiaffarlo alla voce "ricerca e sviluppo", nel bilancio. Nulla osta.