giovedì 28 giugno 2007

Tre super computer su cinquecento basati su Mac.

Ogni sei mesi viene pubblicata una mappa dei cinquecento computer più potenti al mondo, quelli che vengono chiamati Super Computer.
E anche in questo caso Mac batte Windows, sorpassandolo del 50%: infatti i super computer basati su Windows sono solo due, mentre quelli basati su Mac OS sono un numero enormemente maggiore: tre. I conti sono presto fatti.
Torniamo ad essere seri. E' ovvio che il sistema di casa Apple è troppo rigido e chiuso per poter essere adattato a realtà diverse i microcalcolatori che si trovano nelle case e negli uffici. Ed è per questo che 389 super calcolatori sono equipaggiati con Linux: 389 a 3 è veramente uno scontro impari.
Per fare calcoli seri servono sistemi operativi seri, che non stiano lì a piangere se qualcuno li modifica violando la loro proprietà intellettuale ma che incoraggi i cambiamenti. Serve un'apertura mentale che in Apple è dura a venire.
Serve Linux
. O i sistemi BSD veri.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Continui a scrivere cazzate, una dietro l'altra.
Continui a fare l'EmiloFede dei PCesso - forse ti pagano -. Continui a Disinformare e a scirvere cose solo per sgranchire le dita....

Il tuo titolo:

3 su 500 super-computer sono mac.

Poi scrivi in seguito che sono 3 su 389 non più 500...

ah, nel titolo 500 faceva più scena!

Deciditi!!

Inoltre non mi sembra che l'Apple sia in gara per fare SupeComputer tanto meno sitemi operativi per SuperComputer. Quindi precisazione e disinformazione INUTILE, come tuo solito...
Trovo "strano" che chi LAVORA con file PESANTI tipo audio-film-foto-grafica 3D, usi sempre o quasi-sempre sistemi Apple. Non questi super-computer, windos e o linux.

Saranno Deficenti?
Saranno Ignoranti?
Saranno Snob?
Saranno Limitati?
Cosa Saranno?

E' ovvio poi, che la maggior parte dei computer che vanno oltre il lavoro ufficio/studio e intrattenimento e che quindi necessitanto di calcoli non paragonabili alla norma si basino su Linux. Ma probabilmente perchè GRATUITO e APERTO e che guarda caso si basa su UNIX proprio come i sitemi MAC.

...sulla frase: "serve un'apertura mentale che in apple è dura a venire.." hai toccato il fondo.

Lo spot "Think Different" non ricordo chi l'ha inventato e da lì tutto il resto..
...e spesso tutti gli altri corrono.... dietro.

In bocca al lupo.

faBIO

Andrew NoApple ha detto...

Mi dispiace contraddirti.
La lista riguarda 500 super computer. Di questi 3 sono Mac e 389 sono Linux.

Inoltre il Mac non è tanto diverso da un PC: sul mio PC ci gira MacOS, e sul mio Mac ci gira anche Windows. Linux si fa ancora meno problemi.

Chi lavora con file pesanti non usa Mac: ad esempio tutte le case produttrici di cartoni 3D usano Linux, tranne Pixar/Disney. Pixar Disney, che è controllata, almeno in parte, da Jobs usa Mac ma solo da alcuni anni. Prima anche loro usavano Linux. E comunque ancora adesso il rendering finale lo fanno fare a Sun, che ha dei computer seri.
Se per te i file pesanti sono quelli da un paio di GigaByte, allora sappi che stai lavorando con un piccolo granello di sabbia: non provare a paragonare il tuo editing video con la meteorologia di un intero pianeta.

pregnantboy ha detto...

Complimenti per il blog, molto coraggioso come tema, perchè i fanatici della mela sono terribili. In bocca al lupo, non farti sbranare.

JackInStoon ha detto...

scrivi solo cazzate!!!

Michele ha detto...

Quanto livore... e quanto tempo da perdere...

Carlo ha detto...

Ho scoperto oggi questo blog e ti appoggio in pieno nella tua battaglia. Lo dico in senso egoistico perché meno gente passa a Mac e più è facile per me fare la differenza professionale con il minimo sforzo.
Ho usato Windows e Linux per anni ed anni. Per smanettare sono divertenti (ho studiato come programmatore), ma quando si tratta di lavorare c'è sempre da incrociare le dita e sperare che vada tutto liscio.
Da quando (tre anni fa) ho acquistato un vecchio e glorioso iMac G3 a 170 euro mi sono reso conto che non si bloccava mai e andava meglio del mio super desktop PC! Se un programma dava un errore il sistema continuava a funzionare perfettamente senza bisogno di riavviare. Al di là di tutte le considerazioni c'è solo una parola per descrivere il mondo mac ... FUNZIONA!
Ovviamente dal G3 ho lentamente cambiato tutti i miei computer (4) ed oggi non uso più Windows neanche con Parallels o BootCamp ... non ce n'è proprio bisogno.
Continua così No Apple! Mi basta solo che Apple non fallisca e poi, ripeto, più gente usa Windows e meglio è per me ...

Twest ha detto...

è la prima volt che visito questo blog e ti posso solo dire che ogni parola che c'è scritta non ha il minimo senso.

ma cosa mi interessa poi. io uso mac e sono felice... voi rimanete a smanettare sui vostri computer malfunzionanti. e io rido.

lux ha detto...

Darwin, l'intero kernel di Mac OS X, è liberamente scaricabile e modificabile. Questa è la tua idea di "rigido e chiuso".

Claudio ha detto...

C'era una gag divertentissima in cui una battuta faceva da chiosa perfetta allo sproloquio: " 'A Cazzaroooo!!!"

giallo ha detto...

... °. °
ma bbaffangulo va!

Anonimo ha detto...

Ti hanno mai mandato a quel paese?...sai quanta gente che ci sta?.....bene raggiungili..... :D

APRI GLI OCCHI... W APPLE....

PS.: CANCELLA QUESTO BLOG CHE è UN INSIEME DI CRETINATE!

W APPLE W APPLE

Anonimo ha detto...

divertiti a fare ctrl+alt+canc

:D

Andrew NoApple ha detto...

@twest: ti assicuro che tutti i miei computer funzionano perfettamente a parte un problema all'hard disk sul mio mac. Per fortuna avevo un backup aggiornato. Su un computer diverso, ovviamente.

Zak ha detto...

Credo che siano un po' di piu', anche se non ho i dati alla mano :)
In ogni caso, il vantaggio del MacOS e dei Mac e' l'affidabilita' e la scarsa necessita' di interventi seri dell'admin.
Piu' un computer e' potente, piu' l'admin deve essere presente. Se devo avere un admin a tempo pieno, non ho alcuna ragione (tranne pochi casi) nel non usare Linux.
A parte che MacOSX e' a tutti gli effetti un sistema UNIX, quindi in teoria andrebbe annoverato nel numero di questi, il sistema della Mela non ha proprio nulla da invidiare a Linux. Il vantaggio vero e' il prezzo: Linux e' gratis e a livello di Kernel non e' che mi offra cose tanto diverse. Normalmente pago questa gratuita' con una complessita' di uso che in questo caso non e' un problema. Il punto e' quindi squisitamente economico.
Piuttosto, mi sembrano un'enormita' i BEN DUE sistemi Windows. :)